Category

Archive for the 'work' Category

Si comincia in questo modo. Speriamo di no.

( Spostamenti andwork )

Lo so che non è la stessa cosa, e che in effetti nemmeno il deserto dovrebbe esserci, però mi fa ridere il parallelo. Cioè, fa ridere fino ad un certo punto XD L’immaginario collettivo (o forse è solo il mio) lavora in maniera buffa. Che cafonata di post, però fa ridere. Solo a me.

Signori #3

si ri-comincia…

Opening the lid

non importa dove o quando, in rete, non conta.

World Matrix e gli scavi del (bian)coniglio

Non mi sono mai piaciute troppo le matrici, errori di adolescenza. Col tempo ho imparato ad apprezzarle, a comprenderne l’eleganza, a capirne il rigore. Non che mi piacciano ora, solo il rapporto è un pò migliorato. Incredibile le possibilità e la libertà che si ha con queste strutture. Basta poco, ed il gioco il fatto, […]

just a simple matter of 0 and 1, as ever

la regola delle ventimila ore è sempre valida. sempre. Nota:… bah, meglio di no.

Poesia

( Informatica andwork )

I read Masters of Doom and LOVED it! Do you think those days of tight-knit coding sessions, pizza (money), upload tonight, millionaire in the morning days are over? -BM Those days will never be over. Just ask any of the guys making it big on the iPhone – they were coding late at night drinking […]

Crunchy tales #1, cereal killers

Verrà il giorno in cui racconteremo di giornate più lunghe di 24 ore… e verrà il giorno in cui racconteremo delle trasferte solo per qualche riga di codice in compagnia… e verrà il giorno in cui torneranno alla mente migliaia di pagine… e verrà il giorno in cui ricorderemo dei mille mondi paralleli e dei […]

Da zero a 55 (nodi) facendo attenzione al do diesis

Come titolo avrei potuto mettere anche C# al posto di “do diesis” ma sarebbe stato proprio fuori logo eheh. Trascorso un pò di tempo dall’ultimopost… credo di aver esordito in questo modo almeno una decina di volte 😛 Il periodo appena trascorso è stato pieno, il prossimo non sarà da meno. Si aspetta la grande […]

M.O.D

Che dire… E’ stata un’esperienza interessante… anche se non ho imparato chissà cosa credo di aver trovato una sorta di guida… di punto da raggiungere. Terminare mi ha intristito, ma in fondo è giusto così… ad un certo punto si deve saper continuare da soli. I nomi che mi hanno accompagnato fin’ora sono comparsi sempre […]

Irony

LOL!